Il posto che occupa la pasta nella nostra tavola!

…E nel cuore: qualche curiosità e proposta di approfondimento.

Con un consumo medio di circa 24 kg a testa gli italiani si confermano nel 2017 al primo posto come mangiatori di pasta, dentro il nostro paese una regione detiene il primato mondiale:
la nostra amata Sicilia ha il primato d’acquisto di pasta, dove il consumo di pasta annuale pro capite è di 40 kg, ovvero quasi il doppio del resto d’Italia!
Motivo in più per mangiarla ottima.

Nel resto d’Italia il consumo ha diverse dimensioni ma chi ne mangia di meno è il Trentino Alto Adige dove il consumo di pasta pro capite è di circa 20kg, metà dell’appetito siciliano, per quantità.

L’alto consumo della Sicilia ha fatto sì che le confezioni di pasta più vendute siano quelle da chilo, anche se le abitudini cambiano ovunque e anche dove la tradizione è più tenace si fa spazio un nuovo modo di mangiare, più consapevole circa l’origine degli ingredienti e sulla storia del cibo che si adotta come stile alimentare.

Le nuove generazioni stanno modificando le proprie abitudini sia verso una alimentazione più equilibrata, iniziando a sostenere il consumo di varianti integrali, fonte di nutrimento vivo e fibre, e ovviamente facendo spazio a grani non geneticamente modificati, più ricchi di sostanze nutrienti come i grani antichi. Non possiamo non nominare poi l’esordio delle paste senza glutine per permettere di mantenere l’abitudine a alla pasta anche a chi non riesce a tollerare questa sostanza proteica.

Da anni ricerchiamo e portiamo in tavola la migliore Italia, in cui la pasta ha sempre un posto speciale nel nostro cuore perché così ricco di forme e cultura culinaria.

Osservando queste tendenze pubblicate da GDO News , è stato inevitabile pensare a quanto sia importante scegliere davvero il cibo più buono che l’Italia possa offrire.
Per noi ovviamente la risposta si trova nei grani antichi, fonte ritrovata di nutrimento vivo, bontà antica e che si stanno dimostrando una delle vie di alimentazione più adatta anche per chi ha forme di intolleranza al glutine diverse dalla celiachia, senza dover abbandonare questo alimento simbolo della dieta mediterranea.

P.s. Una curiosità:
il tipo di pasta più venduto nella grande distribuzione italiana è…. lo spaghetto! Seguito in classifica dalla lasagna e dalle mezze penne. Lo immaginavate?
P